Il Polo Sanitario Moderno

L'Opera Don Uva oggi

Accreditamento con i Servizi Sanitari regionali

Universo Salute opera in regime di accreditamento istituzionale con il Servizio Sanitario della Regione Puglia e il Servizio Sanitario della Regione Basilicata nelle sedi di Bisceglie, Foggia e Potenza.

La nuova società, nata nel 2015, è subentrata nella proprietà del Don Uva alla Congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza ereditando i principi che hanno ispirato il suo fondatore, Don Pasquale Uva.

Al fine di completare ed estendere il progetto di assistenza globale, sono allo studio iniziative di espansione dell’attività riabilitativa, con l’obiettivo di accompagnare la persona bisognevole di processo riabilitativo, lungo tutto l’itinerario terapeutico (riabilitativo ed assistenziale), dando una risposta concreta ai bisogni collegati alle disabilità che necessitano di livelli differenziati di setting assistenziali.

Una piccola città
e una grande comunità

L’Opera Don Uva comprende una varietà di servizi, di strutture e di spazi riabilitativi, socializzanti, lavorativi, ludici, sportivi e ricreativi e offre più l’immagine di una piccola città, anziché di un’Istituzione.

Una comunità in cui si è circondati da un’atmosfera familiare, compartecipe delle problematiche di chi soffre e dove l’Ospite trova le risposte adeguate al recupero della propria autonomia.

UN NUOVO
INIZO
_____

Una piccola città
e una grande comunità

La vecchia istituzione ecclesiastica, caratterizzata da antica e consolidata esperienza nell’ambito dell’assistenza e riabilitazione ai malati mentali e ai soggetti affetti da disabilità fisica, psichica e sensoriale, per effetto delle Leggi 180/78 e 833/78, a partire dagli anni ‘80, ha subito un processo di profonda rimodulazione delle proprie attività che, fino a quegli anni, erano state articolate in due grandi settori: Ospedale Psichiatrico e l’Istituto Ortofrenico.

Con l’avvento delle Leggi 180 e 833 del 1978, che hanno determinato l’abolizione degli Ospedali Psichiatrici, gran parte dei pazienti è stata dimessa e accolta in strutture territoriali. Considerata la chiusura dell’Ospedale Psichiatrico, la Regione Puglia ha disposto la riconversione in altra tipologia di attività sanitarie, rinviando la riconversione dell’Istituto Ortofrenico.

Riconversione delle strutture
e riqualificazione del personale

Nel 1999, il piano di riordino della rete ospedaliera ha previsto le seguenti nuove attività sanitarie: Neurologia, Cardiologia, Pneumologia, Riabilitazione, Riabilitazione Alzheimer e Demenze correlate, RSA Geriatrica e Disabili.

Oggi, abbandonato il suo ultradecennale ruolo in campo psichiatrico, sta portando a termine un grande processo di riconversione delle sue strutture e di riqualificazione del personale, per rivolgersi ad un nuovo tipo di utenza e garantire una moderna assistenza nei settori della geriatria, della disabilità, dell’Alzheimer e della riabilitazione.

RICONVERSIONE
E RIQUALIFICAZIONE
_____

Continuità del Processo Assistenziale

Caratteristiche:

  • tutela sanitaria offerta a tutte le unità operative dalla presenza delle unità di Cardiologia, Pneumologia e Neurologia;

  • continuità del processo assistenziale che si dispiega dall’intensivo di tipo ospedaliero al residenziale socio-sanitario.

Completezza dei Servizi Riabilitativi

Caratteristiche:

  • specificità di indirizzo delle attività sanitarie rientranti tutte nell’ambito della riabilitazione;

  • completezza dell’offerta di sevizi riabilitativi comprendenti le riabilitazioni specialistiche cardiorespiratoria, medicina fisica e riabilitativa, riabilitazione intensiva ed estensiva residenziale ex art. 26 L. 833/78, RSA, hospice, residenzialità per disabili psichici.

AMBITI
OPERATIVI
_____

Col cuore, per mano, dal 1922

Prenota un appuntamento all’Opera Don Uva per visitare le nostre strutture assistenziali, scopri i principi ispiratori di un umile grande parroco e l’operato di chi continua ogni giorno con impegno, rispetto, competenza e amore il cammino faticoso e preziosissimo al fianco degli ammalati più fragili.

TORNA SU